Ultima modifica: 25 Aprile 2020

Ricordo dell’eccidio de La Romagna per il 25 aprile 2020

 

 

IL  25 APRILE  1945 L’ITALIA FU LIBERATA DAL GIOGO NAZIFASCISTA, MA  TRA IL 6 E L’11 AGOSTO 1944 FU ATTUATO UN ENNESIMO   RASTRELLAMENTO DI  CIVILI  INERMI SFOLLATI  E  REALIZZATO  UNO DEI 63 ECCIDI  PIÙ FEROCI COMPIUTI IN TOSCANA TRA  IL 1943 ED IL 1945, COME TESTIMONIA LA REGIONE TOSCANA NELL’OPUSCOLO “PARTIGIANI DELLA MEMORIA, TRA MOLINA DI QUOSA  E MASSAROSA”.

A MOLINA, IN LOCALITÀ LA ROMAGNA, UN SACRARIO VOLUTO DALLA PARROCCHIA DI MOLINA DI QUOSA IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI SAN GIULIANO TERME E ANPI RICORDA IL LUNGO ELENCO DI MARTIRI CIVILI.

IL PRIMO NOME E’ QUELLO DI LIVIA GERESCHI  A CUI E’ INTITOLATO IL NOSTRO ISTITUTO COMPRENSIVO.

LE NOSTRE SCUOLE OGNI ANNO HANNO DONATO CON DISEGNI, CANTI, DRAMMATIZZAZIONI, PICCOLI CONCERTI E RIFLESSIONI PUBBLICHE, IL LORO PENSIERO AMOROSO A QUEI CADUTI  INNOCENTI, PER NON DIMENTICARE L’ORRORE DELLA DITTATURA NAZIFASCISTA ED APPREZZARE LA BELLEZZA ED IL VALORE DELLE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE NATE CON LA NOSTRA  AMATA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA.

QUEST’ANNO IL COVID-19 HA IMPEDITO LA CERIMONIA FESTOSA E COMMOVENTE DEI BAMBINI MA TUTTA LA SCUOLA SI STRINGE INTORNO AI MARTIRI DE LA ROMAGNA CON INFINITO AMORE E GRATITUDINE.




Link vai su